SOCIETÀ DEL WHIST
ACCADEMIA FILARMONICA

TORINO



L'ACCADEMIA FILARMONICA

Nell'ottobre del 1814 cinquanta appassionati dilettanti di musica iniziarono a radunarsi in varie case fino a dare inizio ad una vera e propria vita sociale, con la fondazione dell'Accademia Filarmonica e la nomina del Conte Luigi Mocchia di San Michele come primo Presidente. Gli Accademici si radunavano a far musica chiamando talvolta a suonare anche dei professionisti ; l'Accademia istituì anche una scuola gratuita di musica vocale e strumentale. Le due scuole si ridussero poi a una, quella vocale e, a partire dal 1838, si cominciò ad aprire l'Accademia, oltre che allo studio e alle esercitazioni musicali, anche ai balli. Il 1° febbraio 1838 con l'acquisto del palazzo del Marchese Solaro del Borgo si arrivò alla sede definitiva dell'Accademia. Per problemi di acustica il grande salone di ingresso si rivelò però inadatto ai concerti, per cui si deliberò di costruirne uno nuovo, disegnato appositamente dall'architetto Talucchi, come sala da musica: l'attuale Odeo, finito nel 1840, la cui acustica è perfetta.


Il Palazzo

Nell'ottobre del 1814 cinquanta appassionati dilettanti di musica iniziarono a radunarsi in varie case fino a dare inizio ad una vera e propria vita sociale, con la fondazione dell'Accademia Filarmonica e la nomina del Conte Luigi Mocchia di San Michele come primo Presidente. Gli Accademici si radunavano a far musica chiamando talvolta a suonare anche dei professionisti ; l'Accademia istituì anche una scuola gratuita di musica vocale e strumentale. Le due scuole si ridussero poi a una, quella vocale e, a partire dal 1838, si cominciò ad aprire l'Accademia, oltre che allo studio e alle esercitazioni musicali, anche ai balli. Il 1° febbraio 1838 con l'acquisto del palazzo del Marchese Solaro del Borgo si arrivò alla sede definitiva dell'Accademia. Per problemi di acustica il grande salone di ingresso si rivelò però inadatto ai concerti, per cui si deliberò di costruirne uno nuovo, disegnato appositamente dall'architetto Talucchi, come sala da musica: l'attuale Odeo, finito nel 1840, la cui acustica è perfetta.